Loading...

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO

unipa

Università degli Studi di Palermo
Dipartimento di architettura, sezione SfeRa

logo unipaSi occupa della consulenza storica ed elaborazione digitale delle ricostruzioni virtuali. La Sezione SfeRa del Dipartimento di Architettura, costituita da docenti di “Storia dell’Architettura” e di “Rappresentazione”, ha già condotto diverse ricerche sulla ricostruzione virtuale di opere di architettura andate distrutte (crolli, demolizioni o alterazioni della configurazione originaria), recuperate integrando le tecniche digitali del rilevamento architettonico e della rappresentazione con gli studi di storia dell’architettura e la ricerca delle fonti documentarie ed iconografiche.

LE AZIONI

space

  • Ricerca Storiografica
  • Acquisizione dei dati
  • Rilevazione e realizzazione dei modelli 3D
  • Elaborazione esecutiva dei modelli 3D
La ricerca storiografica - svolta dal personale docente di ruolo designato dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli studi di Palermo del settore ICAR18 (Storia dell’Architettura) e dal personale ricercatore previsto dal progetto – è stata finalizzata alla produzione dei testi e dei corredi iconografici da utilizzare sia come database per i modelli 3D e per i percorsi didattico-informativi, che nella redazione di specifiche pubblicazioni di carattere scientifico.
Il rilievo del sito di Noto Antica è stato finalizzato alla acquisizione di una documentazione puntuale del sito, degli elementi architettonici conservati in situ e dei reperti architettonici custoditi presso il Museo Civico di Noto. Il prodotto del processo di acquisizione è una ortofoto generale del sito e nuvole di punti georeferenziate dei suoi elementi architettonici, nonché modelli di superficie a maglia triangolare dei reperti architettonici.
I dati raccolti attraverso i rilievi e la ricerca storica costituiscono la base scientifica al processo di definizione delle ricostruzioni virtuali tridimensionali, ponendosi come supporto fondamentale della loro attendibilità o comunque, nel caso di edifici particolarmente compromessi, della loro plausibilità storica. Ciò consente la produzione di elaborati grafici analitici e di modelli tridimensionali dell’esistente e del suo presunto stato originario.
Nella produzione dei modelli tridimensionali si tiene conto della loro affidabilità metrica e della gestibilità sotto il profilo computazionale. I modelli, oltre a documentare la morfologia dell’esistente, contegono, ove possibile, anche la documentazione delle caratteristiche materiche delle superfici rilevate e sono predisposti alla creazione di link ai database informativi.

STAFF

space bianco

 Coordinatori Scientifici

Prof. Arch. Marco Rosario Nobile, Prof. Arch. Stefano Piazza, Prof. Arch. Fabrizio Agnello

Borsisti

Zaira Barone, Federico Giammusso, Gaia Nuccio, Valeria Manfrè

Contrattisti

Antonella Arnetta, Vincenzo Belfiore

 

Style Selector

Layout Style

Predefined Colors

Background Image